Piazza Garibaldi, guerra dichiarata a extracomunitari e tossici

E’ ormai guerra aperta tra le forze dell’ordine e le sacche di criminalità che caratterizzano, nemmeno tanto nell’0mbra, le aree a ridosso della centralissima Piazza Garibaldi. Perquisizioni a tappeto e senza sosta da un mese a questa parte stanno cercando di smascherare venditori di merce contraffatta, tossici, persone residenti in Italia senza i regolari permessi e criminali di ogni sorta. Non ultimo il controllo eseguito nel tardo pomeriggio e nella serata di ieri dagli agenti del commissariato Vicaria-Mercato e del reparto Prevenzione Crimine.

Tutto è partito dopo alcuni episodi di violenza avvenuti ai danni sia di una pattuglia di militari, sia di una ragazza minacciata con un coltello, derubata e che ha anche rischiato un abuso sessuale da parte di un 27enne di Nola, arrestato tempestivamente dalle forze dell’ordine.

Un monito ad intervenire con fermezza e rigore è giunto anche dall’ex governatore della Campania, nonché sindaco di Napoli, Antonio Bassolino, che ha definito – come riportato sull’edizione online odierna de IlMattino.it – Piazza Garibaldi fuorilegge, “nonostante l’impegno del questore De Iesu nel garantire con forze adeguate l’ordine pubblico. Ora tocca al Comune fare la propria parte e promuovere l’ordine civile. La battaglia continua“.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più