Napoli, accoltella zie e scappa sui tetti: trovata cocaina e biglietti scritti a mano

CARABINIERI-20-62

È stato arrestato con le accuse di omicidio e tentato omicidio aggravato da futili motivi, il 39enne P. D. L., ritenuto il responsabile dell’uccisione della zia Rosa Vitagliano.

L’uomo, come riporta ilmattino.it, era già noto alle forze dell’ordine e ora deve anche rispondere di porto abusivo di arma da taglio, evasione dagli arresti domiciliari e detenzione di cocaina.

I motivi che hanno scatenato la furia omicida dell’uomo, secondo gli investigatori, sarebbero di natura economica. Trovato in possesso di circa 1.900 euro in contanti e 4 grammi di cocaina, D.L. è stato sottoposto ad esami tossicologici. Nella sua abitazione i carabinieri hanno trovato una dose di droga e alcuni biglietti scritti a mano sui quali si sta indagando.

Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri, l’uomo avrebbe accoltellato sua zia Rosa di 61 anni, usando un coltello da cucina con una lama di venti centimetri e avrebbe ferito anche l’altra zia, la sorella 71enne della vittima, accorsa per aiutarla.

Ad intervenire alcuni parenti che hanno allertato i Carabinieri, i quali hanno fermato l’uomo fuggito sui tetti. La 71enne ha riportato ferite da taglio al capo e al collo ed è ricoverata nell’ospedale Villa Betania, ma non è in pericolo di vita.

Potrebbe anche interessarti