Una scuola paritaria del Napoletano nelle mani della camorra

CarabinieriNapoli – I carabinieri di Castello di Cisterna hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Napoli su richiesta della Dda nei confronti di due indagati ritenuti legati al clan Orlando, ritenuti responsabili di concorso in trasferimento fraudolento e possesso ingiustificato di valori con l’aggravante di finalità mafiose. Gli arrestati sono I.D.M., di 43 anni di Villaricca, ed E.T., di 39 anni di Macerata Campania. I.D.M., era stato tratto in arresto anche lo scorso 18 aprile.

Come riportato da Il Mattino, nel corso delle indagini è stato accertato che I.D.M. aveva attribuito in maniera fittizia a E.T. il 52% delle quote societarie di una scuola paritaria primaria di Calvizzano. Quelle quote sono state sottoposte a sequestro in virtù del medesimo provvedimento: il loro valore ammonta a 122mila euro. Al termine delle formalità, D.M. che era ai domiciliari è stato rinchiuso nel carcere di Secondigliano, mentre E.T. è stato sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più