Circumvesuviana tra le peggiori ferrovie d’Italia: la classifica

Legambiente come ogni anno con l’entrata in vigore degli orari invernali lancia la campagna Pendolaria pubblicando il rapporto sulle linee ferroviarie italiane, con la lista delle 10 linee ferroviarie peggiori d’Italia. Tra le peggiori si conferma la Circumvesuviana. Come sempre la linea campana si distingue per treni vecchi, sempre affollati, ritardi, insicurezza, corse soppresse, guasti tecnici. La Circumvesuviana è seconda tra le linee peggiori in Italia, solo alla Roma-Lido.

In Campania attualmente sono in servizio 367 treni con una media di età pari a 18,8 anni, con ben il 63 % dei convogli in attività che ha più di 15 anni.  La Circumvesuviana ha 83 treni in circolazione realizzati negli anni ’70 mentre altri 35 convogli costruiti negli anni ’90. La Cumana e la Circumflegrea hanno treni con un’età che va dai 30 ai 33 anni. Mentre la linea Alifana ha treni che sono vecchi di 35 anni.

Legambiente inoltre per la Campania annovera anche il fatto che in 7 anni il taglio ai servizi ferroviari è stato pari al 15%, mentre l’aumento dei biglietti è stato pari al 48%. Legambiente inoltre non nega la possibilità di altri aumenti in merito ai costi dei Ticket. Si evince quindi dal quadro sullo stato della Circumvesuviana fatto da Legambiente, che l’azienda dei trasporti campana farà molta fatica ad essere tra le migliori che più volte ha detto il governatore della regione Campania Vincenzo De Luca.

Di seguito la classifica delle peggiori 10 linee riportata nel report:

– la Roma-Lido
la Circumvesuviana
– la Reggio Calabria-Taranto
– la Verona-Rovigo
– la Brescia-Casalmaggiore-Parma
– l’Agrigento-Palermo
– la Settimo Torinese-Pont Canavese
– la Campobasso-Roma
– la Genova-Savona-Ventimiglia
– la Bari-Corato-Barletta.

Potrebbe anche interessarti