Ciro, viaggio del terrore: una persona l’ha visto aggrappato al treno

Particolari sempre più agghiaccianti emergono nella tragedia che ha colpito Ciro Ascione, il ragazzo prima scomparso e poi ritrovato senza vita sui binari a Casoria. Il ragazzo partiva dalla stazione Centrale di Napoli e le registrazioni analizzate dalle telecamere presenti in stazione mostrano un nuovo particolare.

Qualcuno ha visto cosa è successo. Come rende noto il mattino.it, nel filmato infatti c’è una persona che sembra aver visto tutto. La squadra mobile sta tentando d’identificare la persona la quale sembra che non abbia dato l’allarme e non abbia avvisato la Polfer o il personale delle Ferrovie. Il ragazzo si era aggrappato al predellino fuori le porte del treno che stava partendo proprio in quel momento.

Ciro era preoccupato di non arrivare in orario alla stazione di Casoria, dove il padre lo stava aspettando. Dal video si vede chiaramente che Ciro era aggrappato al predellino e nessuno dall’interno è riuscito a vederlo. Le prime cinque carrozze erano occupate da pendolari, ma le altre due erano vuote e spente. Ad una delle due era aggrappato Ciro.

Un aiuto decisivo lo darà l’autopsia che confermerà una serie di dubbi sull’indagine come ad esempio l’ora del decesso e le sue cause e soprattutto, se la morte è avvenuta sul colpo oppure se era ancora vivo e poteva essere salvato. Sarà decisiva per decretare se il fatto possa essere classificato come omicidio colposo oppure no e quindi avviare l’indagine.

La sequenza video ha permesso quindi di ricostruire gli eventi insieme ai segnali delle celle d’aggancio del cellulare del ragazzo. L’analisi delle celle metteva in evidenza il percorso di Ciro ed anche il fatto che si era mosso da Napoli in direzione Casoria, ma il video ha confermato che il ragazzo ha viaggiato aggrappato al treno. Il cellulare è stato rinvenuto a poca distanza dal corpo senza vita ed è grazie ad esso che è stato possibile trovare il cadavere.

Una morte che lascia ancora stupiti e sconcertati. Il ragazzo aveva paura di fare tardi e probabilmente per questo ha pensato di compiere senza pensarci troppo il folle gesto. Ma la verità assoluta sulle cause del decesso saranno date dall’autopsia.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più