Mamma uccisa a Terzigno, l’amica: “Lui era un animale: contro di lei calci e sputi”

L’omicidio di Imma Villani, uccisa da suo marito fuori la scuola di sua figlia a Terzigno, è stato al centro dell’ultima puntata di Quarto Grado, programma in onda il venerdì su Rete 4. Durante la trasmissione è stata mostrata l’intervista a un’amica della donna, che ha raccontato di violenze ripetute e di una situazione familiare difficile:

“Imma era sempre a casa mia. Pasquale non la portava mai a fare una passeggiata o a mangiare una pizza, e lei, la ragazza, piangeva. La maltrattava, parolacce a non finire. Lei quando litigava con lui faceva anche video: c’erano parolacce e anche uno sputo. Lui non voleva che lei uscisse, voleva tenerla segregata in casa. Le dava spintoni, calci… lei aveva dei lividi, mi fece vedere e dopo abbiamo fatto la denuncia. Era un animale e poi aveva un brutto carattere, era falso. Lei non ce l’ha fatta più a sopportare e se n’è andata a casa del padre e il marito non voleva nessuno neanche in casa del padre. Vedendo che lei se ne era andata, vedendo che era andata dai carabinieri a fare la denuncia è scattata la molla in questa mente diabolica di Pasquale”.

Clicca qui per vedere l’intervista (dal minuto 15 circa).

Potrebbe anche interessarti