Zenga: “Oggi mi sento morto. La piazza e i tifosi del Crotone, meritavano la Serie A”

Al termine della sfida contro il Napoli che ha condannato il Crotone alla Serie B, è intervenuto ai microfoni di Sky l’allenatore Walter Zenga. Ecco quanto messo in evidenza da Vesuvio live:

“I nostri tifosi ci hanno applaudito a fine partita. Retrocedere fa male, soprattutto per come abbiamo giocato e voglio ringraziare i tifosi. Come voglio continuare? Oggi mi sento morto. Non ho niente da dire. Siamo retrocessi per meriti degli altri. Mi dispiace per la gente di Crotone e per come questa piazza vive il calcio. Questa è una coltellata pazzesca, perchè Crotone è una piazza che merita la serie A. Anche i giocatori hanno dimostrato di poter stare in Serie A”

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più