Di Maio: “Niente impeachment, Salvini non vuole”, e si riapre il governo Lega/M5S

L’ipotesi di un esecutivo guidato da Carlo Cottarelli sembra sempre più incerto. Nelle prossime ore ci sarà un altro colloquio con il Quirinale, e si saprà se e come procederà l’ex commissario alla spending review. Il rischio, molto concreto, è che Cottarelli, una volta presentatosi in Parlamento, non ottenga nemmeno un voto di fiducia. Una figuraccia che Mattarella vorrebbe evitare.

Ed è per questo che nelle ultime ore le due forze di maggioranza, Lega e M5S, stanno riaprendo un dialogo con il Quirinale. Luigi Di Maio, ieri pomeriggio a Napoli, ha voluto abbassare i toni. Nello specifico, sembra definitivamente tramontata l’ipotesi di impeachment nei confronti di Mattarella: “Per quanto riguarda l’impeachment prendo atto che Salvini non lo vuole fare e ne risponderà lui come cuor di leone ma purtroppo non è più sul tavolo perché Salvini non lo vuole fare e ci vuole la maggioranza“.

Come detto, l’ipotesi di una riapertura del governo Lega/M5S sembrano essersi fatte più consistenti. Il leader della Lega Matteo Salvini ha chiesto di far “partire il Parlamento“, chiedendo “ai presidenti di Camera e Senato di insediare le Commissioni“. Numeri alla mano, una maggioranza in Parlamento c’è. Ed un sostegno in tal senso arriva anche da Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, che su Facebook scrive: “Una maggioranza in Parlamento c’è, ed è formata da M5s e Lega: Era pronta a fare un governo e aveva stipulato un contratto di governo. Noi siamo stati critici però arrivati a questo punto siamo anche disponibili a rafforzare quella maggioranza con FdI“.

Potrebbe anche interessarti