Bloccata “Ruspadana”: il gioco che schiaccia gli immigrati con una ruspa

Ha fatto discutere (e non poco) l’app per iPhone “Ruspadana“: un gioco che aveva come scopo quello di fermare “l’invasione”. L’uso del passato non è casuale, infatti l’app dopo le numerose proteste e segnalazioni è stata prontamente rimossa. Ma in cosa consisteva? L’utente si ritrovava, con le Alpi come sfondo, alla guida di una ruspa (simbolo della “pulizia” che da sempre Salvini auspica di operare) con la quale schiacciare gli “omini neri”, invasori della patria.

Una trovata discutibile che celava dietro un gioco un attacco molto grave, anche se i programmatori dello stesso hanno fatto sapere che si trattava solo di satira e che le loro intenzioni erano esattamente opposte. Ma ci chiediamo: si può parlare di satira quando si “scherza” con un argomento così caldo nell’ultimo periodo, con gente che ancora in questi giorni è morta in mare? Qui non si vuole mettere in dubbio la buona fede degli sviluppatori, ma forse un “eccesso” di prudenza sarebbe stato più consono.

Ovviamente, come detto, la reazione globale è stata netta e decisa, con i social letteralmente scatenati e con diversi volti noti a scagliarsi contro l’app. Da apripista ha fatto il tweet di Frankie hi-nrg mc: “Caro @AppStore sei d’accordo con me che un giochino prescolare in cui ammazzi immigrati con una ruspa sia #lammerda? Che ne dici di ritirarlo e bannare gli autori da future produzioni? E magari stare più attenti a cosa pubblicate?“.

Potrebbe anche interessarti