Il calcio bello: Mbappè, campione del mondo dona tutto a disabili e bimbi malati

Il calcio è competizione, cattiveria agonistica e vittoria sempre e ad ogni costo. Un mondo di lusso, esagerazione e business. Certo, o almeno è la pittura che è stata dipinta su questo mondo che al suo interno, invece, nasconde ben altro. Forse in un angolino infondo, quello che nessuno vede o vuole vedere, ma che esiste.

In quell’angolino c’è Kylian Mbappè, campione del mondo che ha alzato pochi giorni fa la coppa mondiali con la Francia, la nazione che si è guadagnata il titolo di più forte al mondo. Mbappè non è solo uno dei giovani più promettenti del calcio, che ha affascinato e stupito tutti con le sue immense qualità ma è anche un giovane con un’altra immensa qualità: la solidarietà e la serietà.

Il campione ha infatti mantenuto la promessa e donerà tutto quello che ha guadagnato grazie alla bella vetrina mondiali, in beneficenza. Intero ricavato di circa 500mila euro verrà devoluto ad un’associazione “Premiers de Cordee” che aiuta disabili e bimbi malati offrendo loro programmi sportivi gratuiti. D’altronde un giocatore della sua tempra, attualmente in forza al PSG  ed eletto dalla Fifa miglior giovane di Russia 2018, non ha bisogno di soldi nè per rappresentare il suo paese e nè per avere riconoscimenti o encomi calcistici.

Inoltre non c’è niente di più encomiante che fare beneficenza, soprattutto se il lavoro lo permette.

E il 19enne mantiene la promessa e vince due volte, dentro e fuori dal campo. 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più