Universiadi, il Governo si fa da parte: “Avevamo proposto un rinvio dell’evento”

Universiadi, un nuovo capitolo. Il Governo si fa da parte e scarica ogni responsabilità eventuale su Regione Campania e Comune di Napoli. La notizia è arrivata quest’oggi, dopo che il consiglio dei ministri ha nominato come commissario il direttore generale dell’Aru (Agenzia regionale per le Universiadi) Gianluca Basile, al posto del prefetto Luisa Latella.

Giancarlo Giorgetti, sottosegretario alla presidenza del consiglio, nel corso di una conferenza stampa ha spiegato che “per le Universiadi di Napoli del 2019 si interviene restituendo al territorio la gestione dell’evento. Nell’ultima legge di bilancio era stato nominato un commissario dal ministero dell’Interno, con una cabina di regia dove sono emersi plasticamente problemi operativi tra enti locali e territorio”.

Ritardi e posizioni praticamente opposte su alcuni argomenti caldi (primo tra tutti quello delle “casette” alla Mostra d’Oltremare) hanno reso concreto il rischio di un annullamento dell’evento, che, rivela Giorgetti, il Governo aveva proposto di far slittare, ma “Regione Campania e Comune vogliono tenere ferma la data del 2019. A questo punto abbiamo ritenuto di nominare un commissario espressione della Regione di concerto con il Comune”, ha detto il sottosegretario.

Adesso, quindi, la patata bollente è tutta del governatore De Luca e del sindaco di Napoli De Magistris, che avranno la responsabilità totale dell’evento. Nel bene e nel male.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più