Ucciso Kaos. Il cane eroe che salvava vite sotto le macerie è stato avvelenato

Non ci sono parole per descrivere l’assurdità della morte di Kaos, il cane salvavita, trovato morto dal suo proprietario nel giardino di casa. Il pastore tedesco di tre anni e mezzo addestrato per salvare vite umane è stato avvelenato.

Kaos era noto a tutti. Oltre al suo carattere docile e mansueto, la sua fama se l’era meritata durante il terremoto di Amatrice nel 2016. Il soccorritore a quattro zampe era accorso con il suo padrone sul luogo della tragedia e giorno e notte, senza sosta ha scavato insieme ai vigili del fuoco e ai volontari con la speranza di trovare ancora superstiti.

Un vero eroe, che ha dato la vita per l’uomo, lo stesso che gliel’ha strappata via con un gesto meschino e cattivo.

Il proprietario Fabiano Ettore non riesce a darsi pace e in uno struggente messaggio ha salutato il suo inseparabile amico: “Kaos, ne abbiamo viste tante, aiutati tanti e tanti non ci siamo riusciti. Hai lavorato giorno e notte, quando è servito non ti sei mai risparmiato. Sei stato un amico fedele e abbiamo condiviso e diviso casa, divano, tutto. Corri amico mio, corri, non ti fermare: un giorno ci abbracceremo nuovamente”.

Tutta la città di Sant’Eusanio Forconese, in provincia dell’Aquila, ha esternato la propria solidarietà e il dolore per la morte di un cane così prezioso per l’umanità. Infatti Kaos, oltre ad Amatrice, aveva partecipato alle manovre di soccorso anche nei terremoti che hanno colpito Norcia e Campotosto. Oltre a partecipare alle ricerche per il ritrovamento di persone scomparse fornendo preziosi indizi.

Una vicenda che si può spiegare solo con l’insana e spregevole cattiveria che ha mosso la mano dell’assassino. Un killer senza pietà, che avvelenando Kaos ha avvelenato la speranza di tutti, strappando al suo padrone un amico e un fratello e a noi, a tutti noi, una preziosa creatura capace con il suo fiuto e la sua inesauribile energia, di salvare vite umane.

Riposa in pace Kaos.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più