“Ponte di Castellammare come Genova”: la preoccupazione dei cittadini

La tragedia di Genova ha lasciato tutti scossi e ha riacceso la polemica per le condizioni delle nostre strade. Nella giornata di ieri su Facebook ha circolato una foto del ponte compreso nel tratto che va da Castellammare di Stabia alla Penisola Sorrentina gestito da Anas.

Anche il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli ha voluto denunciare questa situazione: “Dopo le terribili immagini della tragedia di Genova continuano ad arrivare segnalazioni relative al ponte che unisce il comune di Castellammare di Stabia con la statale Sorrentina. I cittadini sono allarmati e chiedono da tempo assicurazioni sulla stabilità della struttura. Sarebbe ora che qualcuno facesse chiarezza su questa vicenda che attende risposte da almeno due anni. Se non ci sono pericoli devono essere date rassicurazioni in modo pubblico ai cittadini, se invece non è così si intervenga subito. Chiederemo altresì che vengano censiti e monitorati tutti i ponti e i viadotti della Campania che dovranno avere un’anagrafe precisa, aggiornata e consultabile da tutti“.

Il sindaco Gaetano Cimmino e l’assessore Lello Radice hanno fatto sapere in una nota che qualche anno fa i punti del raccordo del viadotto San Marco sono stati oggetto di manutenzione e i nuovi lavori partiranno a settembre.

Intanto al Corriere del Mezzogiorno, il presidente di Tangenziale di Napoli Paolo Cirino Pomicino ha risposto ai cittadini preoccupati: “Mentre le strade in concessione vengono monitorate spesso, i problemi maggiori riguardano quelle in gestione Anas, anche per la carenza di risorse. Per quanto concerne la Tangenziale di Napoli siamo assolutamente tranquilli, i controlli sono continui e gli interventi vengono programmati ed eseguiti nei tempi giusti”.

Dello stesso avviso l’amministratore delegato Riccardo Rigacci: “Le strutture della Tangenziale vengono monitorate secondo una cadenza variabile, ponti, viadotti e gallerie ovviamente sono sorvegliati con una frequenza maggiore – spiega – Vengono eseguiti sia sopralluoghi, sia prove strumentali da ingegneri esperti, all’occorrenza sono pianificati e svolti i lavori di cui c’è bisogno”.
“Di recente è stato ultimato
 un’importante opera di miglioramento sismico del viadotto di corso Malta“.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più