Ponte Morandi, Toninelli: “Autostrade mette i soldi ma il ponte lo ricostruiamo noi”

Continua il botta e risposta tra il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e Autostrade per l’Italia, che solo ieri aveva pubblicato il testo della convenzione dopo l’accusa di aver secretato invece questi documenti. Oggi il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, ha dichiarato che Autostrade per l’Italia metterà i soldi per ricostruire il ponte Morandi mentre alla ricostruzione provvederà lo Stato.

Così ha affermato a Radio Anch’io Toninelli: Autostrade i soldi li mette, ma lo ricostruiamo noi il ponte. Che Autostrade debba ricostruire il ponte è scontato in termini risarcitori. Sugli immani danni morali e civili è normale che debba mettere i soldi, ma è altrettanto normale che non possa ricostruire. Sarebbe irrispettoso nei confronti delle famiglie e dei cittadini”.

Così il ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli in audizione alle commissioni riunite VIII di Camera e Senato in seguito al crollo del Ponte Morandi a Genova:Bisogna smettere di inseguire le emergenze e bisogna ricominciare a programmare gli interventi per evitare che eventi di questo genere vengano a determinarsi. La prima vera grande opera di cui ha bisogno questo Paese è un imponente e organico piano di manutenzione ordinaria e straordinaria”.

“Il capitale investito dalla maggior parte delle concessionarie era già stato ampiamente ammortizzato e remunerato, tra la metà e la fine degli anni ’90. Pertanto, le tariffe avrebbero quantomeno potuto essere drasticamente ridotte di una montagna di extraprofitti. Degli extraprofitti hanno beneficiato totalmente le società concessionarie, a discapito dei cittadini che hanno visto e vedono di volta in volta aumentare il costo dei pedaggi”.

“Questo Governo farà di tutto per rivedere integralmente il sistema delle concessioni, valutando di volta in volta l’interesse pubblico. Entro domani  saranno pubblicati tutti gli atti delle concessioni autostradali”.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più