Poggioreale: l’ex campo dei rom in fiamme

incendio

L’ex campo rom  presso Poggioreale (in via Santa Maria del Pianto), è andato in fiamma ieri sera intorno alle 22,30: sul posto sono subito intervenuti i figli del fuoco, i quali hanno spento le fiamme. Due mesi fa, l’area fu evacuata dopo le numerose tensioni e scontri, tra i rom ed i residenti.

Tuttavia, non è la prima volta che presso gli insediamenti dei rom presso Poggioreale subiscono degli incendi: in fiamme intere baracche abbandonate e in particolare materiale di risulta. A marzo scorso, i rom dovettero lasciare le strutture in cui vivevano presso via del Riposo, a causa delle tensioni sorte con i residenti, in quanto quest’ultimi accusavano i rom – dopo le denunce di una ragazza napoletana – di aver subito delle molestie da parte di due rom. Ancora oggi, presso via Santa Maria del Pianto, sono presenti due squadre, tre autobotti e personale appartenenti ad altri enti.

“Questo nuovo disastro era assolutamente prevedibile e annunciato. Il 6 maggio scorso avevamo verificato con orrore – denunciano Francesco Emilio Borrelli dei Verdi e Gianni Simioli della radiazza che stanno seguendo il drammatico incendio – lo stato in cui si trova l’ex campo Rom di Via del Riposo che era già stato incendiato nel mese di marzo e abbandonato da tutti nel lerciume. Si trattava una discarica a cielo aperto accessibile a tutti ed emanava un cattivo odore fortissimo. Le condizioni di degrado erano paradossalmente aumentate notevolmente da quando se ne erano andati i Rom e l’area era oramai solo frequentata da drogati e prostitute. Questo nuovo incendio che ha avvelenato l’aria con una enorme nube tossica ha delle responsabilità chiare in chi doveva presidiarlo e bonificarlo e invece l’ha lasciato in condizioni allucinanti”.

Potrebbe anche interessarti