Ancora caos al Liceo Sannazaro, oggi protesta di tutti: “Lottiamo per studiare”

Napoli – È ancora caos al Liceo Sannazaro dove in mancanza delle aule dove fare lezione, la scorsa settimana gli studenti sono stati al mare. A rotazione sono state previste delle lezioni “fuori porta” tra attività sportive e itinerari d’arte, iniziativa che però non piace ai genitori.

Ieri c’è stata l’ispezione da parte dell’Ufficio Scolastico Regionale per capire la situazione. I genitori propongono una rotazione su sei giorni aprendo la scuola di sabato. Oggi invece c’è stata un’assenza di massa, una protesta di tutto il Liceo contro questa situazione. Le aule sono 48 a fronte di 53 classi formate.

La notizia del Sannazaro sembra si sia diffusa anche ai piani alti e sia arrivata anche al vicepremier Luigi Di Maio. Salvatore Giuliano, sottosegretario al Ministero dell’Istruzione fa sapere, tramite una nota, che il problema verrà risolto nel giro di una settimana.

Come si legge su Repubblica.it, in un documento alcuni studenti dichiarano: “Non abbiamo mai sperimentato nulla di simile a tutti i soprusi che stiamo vivendo in questi giorni. Ci siamo confrontati e abbiamo deciso di invitare tutta la Scuola a non entrare. Abbiamo maturato quest’idea in seguito ad una serie di considerazioni: quello che è successo oggi ha smosso molte figure, purtroppo dobbiamo dirvi che non basta ancora, bisogna perseverare”.

“Tutta la nostra lotta è per poter frequentare una scuola che ci garantisca aule adeguate, frequenza regolare e, sopra ogni altra cosa, una scuola che ci permetta di respirare un’aria sana e di vivere serenamente non può essere abbandonata adesso”.

Potrebbe anche interessarti