Hotel applica lo sconto per i pro Salvini: ma il decreto per Ischia ancora non si vede

Lo aveva promesso e lo ha fatto: sconti per tutti coloro che appoggiano la Lega di Salvini. Autore della singolare iniziativa è il titolare di un hotel di Ischia che già nel mese di luglio aveva annunciato la promozione. “Per tutti gli iscritti alla Lega di Salvini “come promesso da me nel mese di luglio”, sarà concesso uno “sconto MINIMO del 10%” per tutta la durata della stagione turistica 2019. Con cordialità e simpatia“, si legge in un tweet.

Come all’epoca dell’annuncio, però, sono arrivati numerosi messaggi di critica. Il promotore si definisce “una persona seria“, ma c’è chi annuncia di avere “49 milioni di motivi per non venire“, in riferimento al debito della Lega. O ancora c’è chi scrive che per lui sarà “un onore evitare il vostro albergo“, o chi annuncia che “per fortuna preferisco la montagna“. Infine, c’è chi chiede simpaticamente una rateizzazione (sempre in riferimento al debito del partito del vice premier): “Ma anche voi essendo sostenitori della Lega se veniamo nel vostro Hotel ci permettete di pagare il conto in 80 anni? Non ci metto piede nel suo Hotel nemmeno se mi paga“.

Diversi messaggi, ovviamente, anche a favore, da parte di chi sembra esser caduto nella rete di una trovata puramente commerciale e che, seppur ci fosse qualche simpatia politica, non ha nulla a che vedere con la politica stessa. Ha a che fare con la politica, invece, la questione del Decreto per Ischia che a poco più di un anno dal sisma è ancora in attesa di provvedimenti per la ricostruzione.

C’è da precisare che inizialmente il Governo giallo-verde, di cui Salvini è protagonista, aveva escluso l’Isola Verde dai provvedimenti pro zone terremotate, per poi fare marcia indietro dopo i blitz di Di Maio e Conte. Dopo la visita del Premier è stato, infatti, annunciato l’arrivo di un Decreto ad hoc, poi definito “fantasma” per la sua inconsistenza.

La mossa governativa non è piaciuta a nessuno a partire dal governatore della Campania, Vincenzo De Luca: “Così ci vorranno decenni prima di ricostruire a Ischia. Piena solidarietà ai cittadini“. A fare da eco anche le parole dei sindaci di Casamicciola e Lacco Ameno, i due comuni più colpiti dal sisma: “Parliamo ancora di una bozza, ma se i contenuti rimarranno questi è chiaro che non sono quelli che abbiamo concordato a Roma. Il testo visionato è diverso da quello che avevamo concordato con l’Avvocatura dello Stato, con il commissario per la ricostruzione Carlo Schilardi e con tutti gli attori al tavolo. Mancano gli aiuti alle imprese colpite, in particolare la sospensione dei tributi“.

Allora, mentre il proprietario dell’hotel ischitano propone ai fedelissimi della Lega sconti per vacanze al mare, i suoi concittadini sono in “alto mare“. Forse è in “alto mare” lui stesso ed ha visto nell’exploit di Salvini il movente giusto per cavalcare un’onda di successo, sicuramente, ma pur sempre razzista.

Potrebbe anche interessarti