Non avete soldi per sposarvi? A Napoli si può fare gratis…

fedi matromonio

Tramite il blog del sito vivianahutter.com abbiamo appreso la notizia di un matrimonio-baratto avvenuto a Napoli il 1 Maggio, nel bellissimo Palazzo Venezia.

Come ha raccontato la blogger tutto ha avuto inizio tramite Facebook, dove Sergio Colella e sua moglie Rosanna, hanno creato un gruppo di solidarietà: “SOS AMICI…AIUTIAMOCI TRA NOI”. Un gruppo nel quale si offrono servizi mediante il “baratto”, si chiede aiuto e si stringono amicizie ed in questo tempo di crisi è davvero un bella idea.

A questo gruppo si è iscritta Maddalena Montano, tappezziera, che deve organizzare il proprio matrimonio, e si sa con i tempi che corrono, con questa crisi che ci ha travolto non è facile organizzare un matrimonio senza spendere una bella cifra. Cosi Maddalena ha postato questo annuncio nel gruppo di Facebook: “Baratto i servizi per il mio matrimonio e io sono tappezziera, cosa vi serve?”.

In tantissimi hanno risposto all’annuncio tra cui anche la blogger che postato questa notizia, la quale ha offerto bomboniere in ceramica e decorazioni di frutta e verdura per la sala e il buffet in cambio di una fodera per divano e poltrona.

A lavorare per allestire la sala ed il buffet c’erano tantissime donne e uomini che hanno offerto i loro servizi in cambio di fodere e tende, ma c’era anche chi in cambio non ha chiesto nulla, ma solo un “GRAZIE”. In poco meno di un mese è avvenuto il miracolo.

Sempre come riportato dalla blogger, catering, addobbi, bomboniere, fotografie, vestiti, anelli, tutto è stato barattato o semplicemente donato con il cuore. Di sicuro cose del genere possono accadere in tutto il mondo, ma leggere questa notizia e sapere che il tutto è avvenuto a Napoli ci da gioa e ci permette di dimostrare al mondo intero che Napoli e i napoletani non sono solo quello che i media descrivono, ma che c’è del buono nella nostra meravigliosa città.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più