Di Maio sul reddito di cittadinanza: “Vietate le spese immorali”

Ci sono ancora tantissimi dubbi ed incertezze sul reddito di cittadinanza che dovrebbe entrare nella vita degli italiani. Il vicepremier Luigi Di Maio ha cercato di spiegare come funzionerà: “Il reddito di cittadinanza sarà erogato su una card – spiega – Questo permette la tracciabilità e non permette evasioni o spese immorali“.

“La card – continua nelle dichiarazioni riportate sul Corriere della Sera – permette di utilizzare questi soldi per la funzione per cui esiste il reddito: assicurare la sopravvivenza minima dell’individuo. È chiaro che per comprare un `gratta e vinci´ o le sigarette o dei beni non di prima necessità la card non funziona.”

“L’obiettivo che si dà il governo – aggiunge – è che il reddito sia speso nelle attività sul suolo italiano perché vogliamo iniettare nell’economia reale 10 miliardi di euro ogni anno il che significa far ripartire i consumi e la vita delle imprese e dei commercianti”.

Quindi bisogna supporre che ci sarà un controllo forte su tali fondi, tale da poter tracciare ogni transazione e, addirittura, bloccarne altre. Bisogna, adesso, capire quanti e quali bene potrebbero essere considerati “immorali” e non necessari alla sopravvivenza.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più