La magia del Natale sullo schermo: i 10 film imperdibili per tutta la famiglia

Film di Natale

Natale con i tuoi, certo. Meglio, però, se davanti alla tv. Già, perché la magia del Natale puoi respirarla per le strade illuminate a festa, sentirla negli abbracci calorosi di amici e parenti, ascoltarla nei cori provenienti dalle chiese, scartarla e ritrovarla in un pacco regalo; ma per guardarla diritta negli occhi non c’è altra soluzione che piazzarsi sul divano assieme ai propri cari e gustarsi uno di quei film che sin da piccoli, e poi nel corso degli anni, ci hanno fatto innamorare del Natale e della speciale atmosfera che anche stavolta a breve contagerà tutti.

Da Miracolo nella 34^ strada” a Mamma ho perso l’aereo”, passando per l’intramontabileNatale in casa Cupiello”, ognuno ha le sue liste e le sue classifiche personali per avvicinarsi al Natale facendosi accompagnare da pellicole riuscitissime. Questa è quella che proponiamo noi, senza  assegnare necessariamente delle posizioni, né tanto meno avere la presunzione di aver esaurito la scorta di film natalizi che sicuramente ognuno di noi conserva gelosamente in casa.

La vera storia di Babbo Natale, Ritrovatosi a destinare giocattoli a destra e manca dopo una incredibile tormenta di neve, un vecchio falegname dovrà lottare contro un malvagio e avido industriale per riportare al Polo Nord uno dei suoi più stretti collaboratori e far trionfare il verso senso del Natale.

Mamma ho perso l’aereo, il piccolo e terribile Kevin viene dimenticato a casa dalla famiglia, in partenza per una vacanza natalizia. Incurante della disavventura, il protagonista si troverà a fronteggiare due ladri che vogliono derubare la sua casa, ma che dovranno fare i conti con le micidiali trappole inventate dal ragazzino.

Il Grinch, Creatura verde, rugosa e sempre di pessimo umore, il Grinch vive come un eremita in cima alla montagna che sovrasta il villaggio di Nonsochi. Al contrario dei tranquilli abitanti del villaggio, lo scorbutico Grinch odia il Natale e tutto quello che riguarda la festa più tradizionale dell’anno. Durante la notte della vigilia di Natale, decide così di eliminare questa festa una volta per tutte, rubando tutti i regali e le decorazioni agli abitanti di Nonsochi, mentre dormono ignari. Solo l’intervento di una dolcissima bambina glielo impedirà, facendo capire agli abitanti di Nonsochi il vero significato del Natale.

Miracolo nella 34^ strada, Il vero (?) Babbo Natale viene assunto dai grandi magazzini Cole per sostituire L’ubriaco Tony in una sfilata natalizia. Quando Kris rivelerà di essere davvero Babbo Natale, egli dovrà affrontare la durezza d’animo del suo capo e della figlioletta, oltre che il carcere. Tuttavia sarà proprio la piccola Susan a convincere il giudice che Kris è davvero chi afferma di essere, come dimostrano i regali natalizi esauditi che lei gli aveva chiesto.

Polar express, E’ la storia di un ragazzino che non crede a Babbo Natale, ma che cambia idea dopo un incredibile viaggio sul Polar express, un treno che porta i bambini direttamente al villaggio di Babbo Natale, il quale sceglierà proprio il piccolo protagonista come ricevente del suo primo regalo.

Una poltrona per due, Due fratelli, avari finanzieri di Filadelfia, per dimostrare che è l’ambiente a fare l’uomo e non viceversa, mettono al posto di un giovane manager un ladro di colore. Questi si abitua subito alla ricchezza e ha grande successo come uomo d’affari, mentre l’altro si degrada sempre più nei bassifondi. I fratelli hanno vinto. Ma i due giovani, accortisi di essere stati usati, si vendicheranno alla grande.

A Christmas Carol (Canto di Natale), Adattamento della Disney del famoso romanzo di Dickens. Il vecchio Scrooge, un ricco insensibile e avaro, deve fare i conti con lo spirito del passato, del presente e del futuro, per capire le gioie della condivisione.

L’uomo che inventò il Natale, Ispirato alla pellicola precedente, il film è di carattere autobiografico. Prima di diventare un ululato nella notte, il grido di un fantasma in catene, il personaggio dell’avaro finanziere londinese (Christopher Plummer), svolazza nella mente di un giovane Charles Dickens (Dan Stevens), affetto dal blocco dello scrittore. Nella Londra Vittoriana Dickens, a causa delle richieste della sua numerosa famiglia e delle sue abitudini stravaganti, si ritrova con il portafoglio quasi vuoto e diventa smanioso di scrivere un altro best seller. Reduce dal fallimento di ben tre romanzi, sbeffeggiato dai vicini e rifiutato dagli editori, con un colpo da maestro Dickens trae ispirazione dalla pagina immacolata che lo spaventa, e inizia a scrivere di tetti imbiancati e alberi di Natale. Isolandosi dal mondo, si mette all’opera tra i contrattempi della famiglia e del padre (Jonathan Pryce). In sole sei settimane gli ambienti si popolano di anziani in camicia da notte e fluttuanti ospiti indesiderati, e la storia prende vita.

Il quarto re,  Alazhar (Raoul Bova), semplice contadino ed apicoltore, si trova suo malgrado ad essere coinvolto nel viaggio che Melchiorre, Baldassarre e Gaspare hanno intrapreso lasciando i loro lontani domini per celebrare l’avvento in terra di Gesù.

Natale in casa Cupiello, Celeberrima commedia teatrale tragicomica in tre atti scritta da Eduardo De Filippo, rappresenta un vero e proprio must del Natale napoletano.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più