De Magistris: “Solidarietà a Sorbillo. Aspetto i poliziotti promessi da Salvini”

Napoli – Il sindaco di Napoli Luigi De Magistris è intervenuto sul caso di Sorbillo. Stanotte una bomba è stata fatta esplodere fuori la storica pizzeria napoletana distruggendo in parte il locale: “Stamattina molto presto ho chiamato Gino Sorbillo al quale ho espresso la vicinanza e la solidarietà mia e della stragrande maggioranza dei napoletani che è fatta di persone per bene.”

“Questi criminali, – promette il primo cittadino – questi delinquenti non passeranno, si devono arrendere e devono sapere che il riscatto di Napoli passa attraverso l’onestà, la cultura e la ribellione ad ogni forma di violenza. Ovviamente la solidarietà che oggi esprimiamo in modo forte a Gino Sorbillo per quanto successo stanotte in via dei Tribunali – specifica – lo estendiamo a tutti gli imprenditori, gli operatori commerciali, a tutte le persone che quotidianamente sono vittime di una violenza che tutti insieme dobbiamo contrastare.”

De Magistris non perde poi occasione di criticare il vice-premier Matteo Salvini: “Poi, siamo ancora in attesa, se posso aggiungere, delle forze di polizia che per ben due volte il Ministro dell’Interno aveva promesso, ma che io non ho ancora visto se non nelle sporadiche volte in cui un esponente del Governo fa visita a Napoli.”

Anche altri esponenti della Giunta hanno espresso la loro vicinanza istituzionale e personale al pizzaiolo napoletano: “”A Gino Sorbillo  – dichiarano gli Assessori Enrico Panini e Monica Buonanno va tutta la nostra solidarietà. La condanna per questo atto violento, criminale ed inaccettabile è senza appello e ferisce tutte le donne e gli uomini che lavorano onestamente e duramente tutti i giorni.”

“La vicinanza ad un giovane coraggioso ed innovativo è totale. – aggiungono gli assessori – Ci impegniamo tutti perché quel “Chiuso per bomba” duri il meno possibile ed il locale possa aprire al sorriso delle persone pulite quanto prima. Facciamo voti perché le forze dell’ordine riescano ad individuare i criminali che hanno messo la bomba. Un abbraccio grande come il mondo a Gino ed ai suoi cari”.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più