“Adotta un filosofo”: ai migliori studenti campani verrà offerto un viaggio

È stato presentato il progetto di formazione per gli studenti delle scuole superiori “Adotta un filosofo”.

Tale progetto è stato proposto alla conferenza stampa tenutasi a Palazzo Santa Lucia. Per il lancio dell’iniziativa erano presenti Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania; Alessandro Barbano, presidente della Fondazione Campania dei Festival; Ruggero Cappuccio, direttore artistico del Napoli Teatro Festival; Massimo Adinolfi, curatore di tale progetto.

Erano presenti anche tre importanti professori (Aldo Masullo, Fulvio Tessitore, Vincenzo Vitiello) che hanno aderito al progetto insieme a tanti altri studiosi.

La Fondazione Campania dei Festival promuove un ciclo di lezioni, nei mesi di febbraio/marzo 2019, rivolte ai ragazzi dell’ultimo anno di liceo, che verranno affidati a una ventina di professori e studiosi di filosofia, per tenere in vita la memoria della storia europea nelle nuove generazioni.

Verranno selezionati una sessantina di Istituti della regione Campania. In ciascun istituto ci sarà un filosofo che illustrerà agli studenti il significato storico della cittadinanza europea.

Alla fine di ogni incontro gli studenti presenteranno degli elaborati (testuali, sonori ecc…) e ogni Istituto invierà alla Fondazione Campania dei Festival l’elaborato scelto per partecipare alla selezione finale, dove gli studenti saranno giudicati da una commissione composta dai filosofi stessi che sceglieranno i 6 migliori lavori.

I migliori elaborati saranno premiati durante una cerimonia pubblica dove a tutti gli studenti coinvolti sarà donata una card per due persone che permetterà loro di accedere gratuitamente a tutti gli spettacoli del Napoli Teatro Festival Italia e la possibilità, per un anno, di visitare gratuitamente le mostre allestite presso il Madre-Museo d’Arte contemporanea Donna Regina.

Inoltre, a tre studenti di ogni Istituto premiato sarà offerta la possibilità di partecipare a maggio a un viaggio di istruzione presso le istituzioni dell’Unione Europea.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più