Norme di igiene per immigrati nel Napoletano: “Lava i denti e usa il deodorante”

Un opuscolo contenente norme di igiene per i migranti sarà diffuso da oggi nel comune di Palma Campania, nel Napoletano. L’iniziativa del sindaco Nello Donnarumma sta già facendo discutere e viene considerata come razzista. Il vademecum, con 12 consigli per l’igiene personale, farà presto il giro della cittadina: dagli studi medici agli uffici pubblici. Dal Comune fanno sapere che è rivolto a tutti, ma l’opuscolo è chiaramente riferito alla comunità di migranti (in particolare al folto gruppo di bengalesi).

Ma cosa viene consigliato? Lavarsi i denti ogni sera, fare almeno una doccia al giorno, fare uso di deodoranti e sapone, lavare gli abiti indossati, tagliare i capelli almeno ogni 8 settimane, tenere casa pulita, tagliare le unghie di mani e piedi, coprire naso e bocca quando si starnutisce o si tossisce, non condividere asciugamani, trucchi e rasoi con altri. Alla lista di consigli per l’igiene personale, inoltre, viene aggiunto il numero minimo di persone che possono stare in un’abitazione.

Norme precauzionali generalmente osservate ed accettate in Italia” è il nome che è stato dato all’opuscolo in distribuzione da oggi, giornata di preghiera per i musulmani. Il vademecum è presentato con tale premessa: “curare la tua igiene personale è importante, non solo per apparire al meglio e avere un odore gradevole ogni giorno, ma anche per prevenire le malattie infettive“. Va ricordato, infatti, che lo scorso anno nel comune di Palma Campania sono stati registrati 9 casi di tubercolosi che hanno soprattutto colpito gli stranieri.

Potrebbe anche interessarti