Juve fuori dalla Champions: appare una bara per i bianconeri

Ercolano – Dopo la sconfitta della Juventus di ieri sera contro l’Ajax e la conseguente eliminazione dalla Champions League ai quarti di finale, si è scatenata, immancabile, la felicità e l’ironia dei tifosi napoletani. Abbiamo visto come, allo scoccare del 90esimo minuto, molti abbiano addirittura sparato fuochi d’artificio per celebrare la pesante sconfitta dei bianconeri.

L’ironia si è diffusa subito sui social, offendendo la Juve per aver perso una partita che, sulla carta, doveva essere semplice e consentire un facile accesso alla semifinale. In particolare, punto cardine delle prese in giro è l’investimento milionario fatto per Cristiano Ronaldo proprio con l’obiettivo di vincere la competizione europea, soldi che, a quanto pare, non hanno dato i loro frutti.

Dall’ironia social, però, si è presto passati ai fatti. Già nella nottata di ieri sono stati organizzati veri e propri cortei funebri fuori le sedi della tifoseria juventina in tutta la provincia di Napoli. Processioni simboliche per evidenziare quanto sia stata mortalmente drammatica la sconfitta di ieri sera. A Ercolano, in via Alessandro Rossi, questa mattina è apparso un altarino con una bara di cartone: su di essa lo stemma della Juventus è ben visibile.

L’ironia non fa male a nessuno, certo, ma viene da chiedersi se tali manifestazioni non siano eccessive e di cattivo gusto. Usare immagini associate ad un avvenimento tanto doloroso quanto un decesso non è, forse, appropriato ad uno sfottò fra tifoserie. E’ vero anche che, nella tradizione napoletana, scherzare sulla morte o con la morte è una tradizione millenaria e spesso, negli anni, abbiamo avuto simili manifestazioni fatte bonariamente e solo per divertimento.

Potrebbe anche interessarti