Spettacolo a Marina di Camerota: avvistati a largo due capodogli

Sono sorprendenti le immagini che arrivano da Marina di Camerota, grosso centro turistico del Basso Cilento. È di poco fa infatti la notizia dell’avvistamento a largo di due capodogli, immortalati da due pescatori e condivisi dalla Pagina Facebook di Visit Camerota.

Si pensa che i due esemplari non rientrino tra quelli già fotoidentificati dalla onlus Oceanomare Delphis, la quale monitora costantemente la presenza di delfini, balenottere e capodogli nel mare campano.  Sono ormai anni che i grandi cetacei popolano le nostre coste, da Capo Miseno fino a Sapri. A molti è stato addirittura dato un nome, come Brunone, che dal 2004 regolarmente fa visita agli ischitani. Insomma il buon gusto non gli manca.

I capodogli appartengono anch’essi alla famiglia delle balene, ma non sono la stessa cosa. Sono conosciuti per essere gli animali più grandi a possedere i denti. Anche per questo, hanno riempito alcune tra le pagine più belle della Letteratura. Basti pensare che il celebre Moby Dick, frutto della penna di Hermann Melville, è proprio uno di loro. 

Una notizia che da un lato affascina e dall’altro dà buone speranze per le sorti della biodiversità faunistica della nostra Regione. 

Potrebbe anche interessarti