L’allame, pizze fatte con pomodori cinesi e prodotti non italiani

pizza

Secondo una ricerca della Coldiretti, la principale associazione di rappresentanza e assistenza dell’agricoltura italiana, quasi due pizze su tre sono fatte con prodotti non italiani all’insaputa dei consumatori, che oggi a causa della crisi hanno rinunciato ad andare in pizzeria o perlomeno hanno ridotto le presenze, quasi il 40% in meno.

Sempre più spesso nelle pizzerie italiane vengono servite pizze prodotte con mozzarelle ottenute non dal latte ma da semilavorati industriali provenienti dall’est Europa; pomodori cinesi o americani; olio di oliva tunisino o spagnolo; farina francese, tedesca o ucraina.

L’uso di queste materie prima straniere, sempre secondo la Coldiretti, ha compromesso il prodotto servito nelle 50mila pizzerie presenti in Italia che generano un fatturato di quasi “10 miliardi”.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più