Il padre di Noemi: “Ho sempre cercato di proteggerla, eppoi ti capita questo”

Noemi SantobonoUna famiglia a pezzi per un’atroce casualità. Noemi, la piccola di 4 anni che continua a lottare al Santobono tra la vita e la morte, si trovava nel posto sbagliato al momento sbagliato. Un’uscita gioiosa con la nonna drammaticamente rovinata da un sicario che ha teso un agguato ai danni di un altro pregiudicato, incurante di sparare in un luogo affollato e con la possibilità di ferire altre persone. Come è poi accaduto.

Anche nel video girato da alcune telecamere di sorveglianza si vede come il sicario travolge la piccola, che resta a terra inerme, dolorante e spaventata. Immagini che hanno toccato il cuore di tutti ma che hanno scaturito anche tantissima rabbia.

Il padre di Noemi, distrutto dal dolore per questo avvenimento, si è confidato con un parente che ha poi riportato le parole del genitore al Corriere del Mezzogiorno. L’uomo ha sempre cercato di tutelare e difendere la sua famiglia e la sua piccola, come farebbe ogni bravo genitore:“Ho fatto di tutto per far vivere la mia famiglia nella maniera più tranquilla possibile evitandogli i pericoli e gli imprevisti della vita”.

Una vita, una quotidianità costruita solo per la sua piccola:Noemi va e torna da scuola con lo scuolabus privato, proprio per evitarle la strada; frequenta un istituto privato, perché ci teniamo anche all’ambiente che vive e che vivrà. Inoltre, da tempo abitiamo in un parco privato dove c’è maggior privacy, sempre per lei: tutte scelte fatte per inseguire una tranquillità, per proteggere da questa città i tuoi cari, eppoi ti capita questo”.

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più