Noemi, il killer arrestato a Siena. Il Procuratore: “Agguato camorristico”

Armando e Antonio del Re

È stato arrestato in provincia Siena Armando del Re l’uomo che ha ferito Noemi. Preso anche il fratello Antonio nel Nolano: lo avrebbe aiutato nella pianificazione del raid e a nascondersi.

Il tentato omicidio di Salvatore Nurcaro, ha spiegato il procuratore di Napoli Giovanni Melillo, è maturato in un contesto camorristico. I due fratelli sarebbero legati al traffico di droga, ma non apparterrebbero a nessun clan.

Complimenti a forze dell’ordine, inquirenti e magistratura per la cattura del delinquente che ha sparato alla piccola Noemi – commenta il ministro dell’Interno Matteo Salvini -. Nessuna tregua contro camorristi e criminali, lo Stato e i napoletani vinceranno la sfida. Lo stato risponde con i fatti e non con le parole“.

Sono sollevato dall’arresto dell’uomo che ha sparato, ferendo gravemente Noemi. Ed anche di chi gli ha dato protezione – ha commentato il presidente della commissione parlamentare Antimafia Nicola Morra – Un sentimento ringraziamento per il lavoro svolto dalle forze dell’ordine e dalla procura di Napoli che hanno lavorato duramente. Ora emergeranno anche i motivi di questo gesto che rimane di una gravità inaudita perché dimostra un senso di impunità che deve essere combattuto senza tregua”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più