Pezzi di affresco di Pompei rubati e venduti sul Web. Utente denuncia ai carabinieri

Il Patrimonio culturale italiano sembra non aver difese dai predoni. Il nuovo presunto scandalo riguarda il Parco Archeologico di Pompei, una delle meraviglie del nostro patrimonio culturale. 

Da quanto risulta dal profilo Facebook di tale V.M. (un giovane napoletano), un presunto cittadino inglese avrebbe messo in vendita dei frammenti di intonaco affrescato. Nell’annuncio, il fantomatico proprietario ha scritto che tali elementi provengono da una villa sita negli scavi pompeiani. Dal testo si può proprio leggere: “Frammento raro da Pompei con vernice fresca”. Il tutto poi venduto per circa 200 euro, anche se il prezzo è riportato in sterline.

Nessuno ancora sa con certezza se gli elementi, le quali immagini sono in bella mostra su Ebay, siano degli originali oppure no. Nel frattempo, il tale che ha reso nota nota la notizia su Facebook, fa sapere che ha denunciato l’accaduto al Nucleo Tutela Patrimonio Culturale dell’Arma dei Carabinieri. 

Questo caso, che sembra avere le stesse caratteristiche di casi accaduti nel 2014, dovrebbe farci riflettere in ogni caso. Siamo certi che il nostro patrimonio artistico non sia in pericolo?

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più