Papa Francesco è arrivato a Napoli: come si svolgerà la sua giornata

Papa Francesco

È arrivato alle 8:35 al Parco Virgiliano di Posillipo, accolto da una folla di cittadini entusiasti: Papa Francesco è pronto per il suo intervento al convegno “La teologia dopo Veritatis Gaudium nel contesto del Mediterraneo”previsto per le 12:00.

Papa Francesco, a bordo della sua auto, arriva alla Facoltà teologica dell’Italia meridionale per esporre il suo intervento, la cui durata dovrebbe essere di circa 45 minuti, in cui ascolterà anche gli interventi degli altri partecipanti al convegno.

Il tema riguarda, naturalmente, la teologia da intendersi nel contesto reale; non in chiave puramente astratta, ma letta all’interno delle problematiche attuali. E Napoli, capitale del Mediterraneo e meta scelta dal Papa, diventa elemento essenziale di un progetto riguardante gli scambi e il dialogo interculturale, in quanto città simbolo dell’accoglienza e dell’apertura nei confronti della diversità.

Durante l’incontro è prevista anche la lettura del documento siglato ad Abu Dhabi lo scorso 4 febbraio dal grande Imam di Al-azhar Ahamad Al-tayyib e dal pontefice stesso sulla pace mondiale, convivenza e la fratellanza umana.

Il ritorno all’eliporto del Vaticano è previsto per le 16:00; il Santo Padre lascerà Napoli dopo pranzo, pertanto il Parco Virgiliano resterà chiuso fino alle ore alle 15:00, orario della partenza.

Così, Papa Francesco fa ritorno a Napoli dopo il 21 marzo 2015, quando scelse di iniziare la sua visita partendo da uno dei quartieri più discussi della città, Scampia. Nei due giorni di convegno, sono previsti interventi di 17 relatori provenienti dall’area del Mediterraneo e da tutta l’Italia. Immancabile la presenza del cardinale Crescenzio Sepe, di don Gaetano Castello, presidente della facoltà  e degli esponenti politici locali più in vista istituzioni locali, come il governatore della Campania Vincenzo De Luca e il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, a cui Papa Francesco ha portato i suoi auguri in occasione dell’onomastico.

Interverranno anche i docenti della sezione San Luigi della pontificia facoltà ed altri docenti che, insieme, collaborano per studiare una nuova teologia attenta alle controverse problematiche del Mediterraneo, cercando di trovare nuove possibili soluzioni.

De Magistris ha commentato l’intervento del pontefice a Repubblica:“La scelta del Papa di venire qui, in questa facoltà che mette in campo convegni che vanno nella direzione dell’incontro tra culture e nella costruzione di un nuovo umanesimo, ci riempie di orgoglio. Il suo messaggio unisce laici e cattolici e Napoli è schierata perché non sarà mai complice e connivente di quello che sta accadendo nel mar Mediterraneo”

Potrebbe anche interessarti