Caos trasporti a luglio, si rischia uno sciopero di tre giorni su scala nazionale

Si rischia veramente un vero e proprio caos per i trasporti verso la seconda metà del mese prossimo. Parliamo di uno sciopero di tre giorni, il quale potrebbe essere previsto dal 24 al 26 luglio 2019 su scala nazionale.Una situazione che risulta essere quasi inedita ai nostri occhi, come a quelli dei tanti viaggiatori e pendolari italiani.

L’annuncio è stato fatto dai maggiori sindacati del settore dei trasporti, cioè dai vertici di Fi lt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasport. Questo sciopero di tre giorni nascerebbe da alcune richieste che da tempo i lavoratori fanno al Governo. Nello specifico, il 24 luglio scioperano tutti i settori ad eccezione degli aerei, mentre venerdì, il 26 luglio, anche esso si fermerà.

Per la prima volta nella storia più recente il Governo che si contraddistingue per l’assenza di risposte strategiche, non ha mai convocato le organizzazioni sindacali e lo ha fatto solo per sporadici incontri per la gestione delle singole crisi” – Ha detto il segretario generale della Filt Cgil Stefano Malorgio“A seguito di questo bisogno di scelte si deve aprire un confronto punto per punto su infrastrutture, politica dei trasporti e regole ed arrivare alla sottoscrizione di un Patto per i Trasporti che parta dall’aggiornamento del Piano Generale dei Trasporti e della Logistica e che tenga conto delle esigenze di mobilità di persone e merci”.

Come riportato invece dal quotidiano La Stampa, il segretario generale della Uiltrasporti, Claudio Tarlazzi ha affermato che: il Paese e i lavoratori dei trasporti hanno bisogno di regole, pianificazione e programmazioni. Siamo uniti per vincere la battaglia che abbiamo iniziato con gli scioperi nazionali di maggio scorso. Questo non è uno sciopero contro i due partiti al Governo, ma è uno sciopero politico contro l’immobilismo di questo Governo. Senza trasporti moderni ed efficienti, con tutti i lavoratori tutelati dai Ccnl, questo Paese non potrà ripartire”.

Insomma, se lo sciopero dovesse davvero realizzarsi, sarebbe una brutta batosta per i tanti viaggiatori italia. Ricordiamo che i trasporti restano un servizio fondamentale per i cittadini e uno sciopero di tre giorni sarebbe un dramma.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più