Il teatro di Neapolis tornerà alla luce: progetto urbanistico per valorizzarlo

teatro-neapolis
Teatro di Neapolis, stato attuale

Napoli -La Giunta comunale, su proposta dell’Assessore all’Urbanistica Carmine Piscopo, ha adottato il Piano Urbanistico Attuativo di iniziativa pubblica per il disvelamento del Teatro Antico di Neapolis.

Il Piano, che interessa l’area compresa tra via dell’Anticaglia, via Tribunali, vico Purgatorio ad arco, vico Giganti e attraversata da via S.Paolo ai Tribunali e vico Cinquesanti, prevede di riportare alla luce i resti del teatro e dell’Odeion, mediante un progetto caratterizzato dalla valorizzazione delle strutture antiche attualmente nascoste da edilizia più recente.

Con l’adozione del PUA, attraverso l’acquisizione di alcune aree e immobili di proprietà privata, si procederà a mettere in luce i resti dell’antica scena del teatro antico di Neapolis, che rientra tra quelli finanziati nell’ambito del Grande Progetto centro storico di Napoli, valorizzazione del sito Unesco, per un importo di € 1.500.000. Tutti gli spazi di proprietà privata, già acquisiti mediante procedura di esproprio, saranno destinati ad attrezzature di interesse comune, secondo quanto stabilito dal Piano Regolatore Generale.

“Con l’adozione del piano urbanistico attuativo Teatri – afferma l’Assessore Piscoposarà possibile dare vita ad un parco archeologico di inestimabile valore nel cuore del centro storico della città e riportare alla luce inedite testimonianze dell’antico teatro di via Anticaglia”.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più