Morte della piccola Ginevra, oggi l’interrogatorio del padre

salvatore narciso

Oggi 19 luglio 2019 dovrebbe esserci l’interrogatorio di Salvatore Narciso, l’uomo che qualche giorno fa ha lanciato dal secondo piano del balcone della casa dei genitori, la sua piccola Ginevra di 17 mesi, l’uomo, che ora si trova ancora in prognosi riservata all’ospedale Cardarelli di Napoli, dovrà rendere conto agli inquirenti del suo atroce gesto.

La bambina morta sul colpo è stata vittima forse della depressione del padre o probabilmente di un rapporto tra i genitori conflittuoso, fatto sta che ancora una volta vanno di mezzo loro, i piccoli, sono loro a pagare gli errori dei grandi, loro che perdono la vita in questi modo così crudeli.

Ieri mattina si sono svolti i funerali della bimba nella chiesa dei Santi Anna e Giacobbe a San Gennaro Vesuviano, tante sono state le persone accorse per darle l’ultimo saluto, durante la messa il parroco ha scelto di non fare l’omelia ma solo di leggere un passo del Vangelo secondo Matteo.

All’uscita dalla chiesa in aria sono volati tanti palloncini bianchi che hanno accompagnato, insieme alla disperazione dei familiari e delle persone lì presenti la piccola bara bianca dove riposa la piccola.

Sui manifesti funebri, la mamma ha deciso di non far scrivere il cognome del padre, quasi come se avesse voluto dimostrare che lui è fuori dalla sua vita per la profonda ferita che le ha inferto.

Potrebbe anche interessarti