Carabiniere ucciso, città a lutto: spuntano le bandiere tricolore sui balconi

A breve si svolgeranno a Somma Vesuviana i funerali del carabiniere ucciso a Roma. L’uomo è stato ferito a morte da una delle 11 coltellate inferte da uno dei due turisti americani fermati. Un omicidio brutale che ha tolto la vita ad un uomo di soli 35 anni, appena sposato, che stava svolgendo onestamente il suo lavoro.

La comunità di Somma Vesuviana è in lutto per questa perdita enorme. E per onorare la memoria di Mario, molte abitazioni adiacenti alla chiesa, hanno deciso di esporre il tricolore, in segno di lutto. 

Al momento i due ragazzi sono stati fermati, in quanto uno dei due ha confessato di essere stato l’assassino del carabiniere. Un uomo che ha pagato con la vita la sua diligenza per questo lavoro, a volte così difficile, così assurdo se si pensa a quanti “uomini dello Stato” perdono la vita ogni giorno per contrastare criminalità e delinquenza e aiutare i cittadini.

Ovviamente le indagini faranno il loro corso, sperando che venga fatta giustizia a Mario e alla sua famiglia, affranta da questa perdita.

La redazione di Vesuvio Live si unisce al cordoglio dei cari, dei parenti e degli amici del carabiniere.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più