Mario Cerciello Rega: l’Arma accoglie la richiesta di donazioni da parte dei cittadini

Mario Cerciello RegaNapoli – Questa mattina si sono svolti i funerali di Mario Rega Cerciello, il carabiniere ucciso a coltellate a Roma. I carabinieri rendono nota la notizia di aver aperto un conto corrente bancario per devolvere un contributo alla sua causa.

Il fatto nasce dalla volontà di molti cittadini di voler contribuire alla devoluzione in denaro per stringersi intorno al carabiniere ucciso pochi giorni fa.

L‘Arma dei Carabinieri ha così raccolto il pensiero comune dei suoi concittadini per aprire un conto corrente bancario intestato al Fondo Assistenza, Previdenza e Premi per il personale dell’Arma.

Per eseguire la donazione è molto semplice, basta infatti indicare nella causale “Donazione a favore dei familiari del vice Brigadiere Mario Cerciello Rega.

Una dimostrazione d’affetto da parte di tutti gli Italiani quindi che sono ancora sconvolti dalla vicenda. Ricordiamo che Mario si era sposato soltanto 44 giorni prima della sua morte. Aveva deciso di portare lì sua moglie, oltre che per il suo lavoro, anche per regalare un futuro migliore ai futuri figli. Una storia tragica stroncata in una notte di follia da due americani. Una storia che ha toccato nel profondo l’animo dell’Italia che ha voluto unirsi al cordoglio.

Stamattina invece sono state svolte le esequie a Somma Vesuviana tra tantissime persone. Un uomo amato e stimato, cui il destino gli ha tirato un brutto tiro mancino.

Potrebbe anche interessarti