Antonio Borrelli, l’autopsia stabilisce le cause del decesso: batte la testa e annega

Si chiude il giallo legato alla morte prematura diAntonio Borrelli, il 22enne napoletano morto a Mykonos. Il giovane si trovava su una moto d’acqua quando improvvisamente cade in acqua e muore. Sequestrato il veicolo per capire se ci fossero stati dei problemi tecnici, sono giunti i risultati dell’autopsia che chiariscono le cause del decesso.

Antonio è morto per annegamento. Viaggiava insieme ad un’amica quando a causa di un’onda, entrambi i ragazzi si ritrovano in mare. Nel tentativo di risalire a bordo, Antonio batte la testa e muore annegato. L’autopsia conferma la tesi, considerato che è stato riscontrato un ematoma alla testa.

Il fatto è avvenuto sabato scorso. In questi giorni amici e parenti hanno inondato i social di messaggi di cordoglio per ricordare la giovane vita spezzata bruscamente.

La salma tornerà in Italia solo la prossima settimana.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più