Mario Cerciello Rega: indagato il collega per violata consegna

Mario Cerciello Rega- ritratto
Foto Facebook di Jonny Castro Art

Proseguono le indagini per l’omicidio di Mario Cerciello Rega, il carabiniere ucciso a Roma lo scorso 26 luglio. Gli ultimi sviluppi hanno portato ad indagare sul collega che si trovava di turno quella sera, tale Andrea Varriale.

Quella notte Mario Cerciello Rega ed il suo collega Andrea Varriale agivano in borghese per compiere il proprio lavoro. Purtroppo come tutti sappiamo, due 19enni americani hanno accoltellato il carabiniere nativo della Campania, uccidendolo.

Dopo i fatti accaduti lo scorso luglio, Andrea Varriale fu uno dei primi ad essere ascoltati per poter iniziare le indagini. Il carabiniere si mostrò molto confuso nelle sue dichiarazioni. Dalle sue parole infatti non si poteva capire bene se i due carabinieri, che quella sera erano di turno in borghese, fossero armati o meno. Il comportamento di Varriale aveva iniziato ad insospettire i carabinieri.

Così, la procura militare ha deciso di indagare su Varriale, come conferma il procuratore militare Antonio Sabino. Le indagini hanno infatti concluso l’idea che entrambi fossero disarmati quella sera. In base all‘articolo 120 del codice penale militare di pace però, i carabinieri, anche se in borghese, devono essere obbligatoriamente in possesso dell’arma quando sono di turno. Per questo le indagini proseguono sulla violata consegna dell’arma da parte di Varriale.

Proprio nei giorni scorsi era stata diffusa la telefonata che Varriale aveva effettuato al 118 quella sera. Una telefonata straziante a seguito dei colpi inferti da Finnegan Lee Elder. Mentre era al telefono con i sanitari aveva iniziato a tamponare Mario con la propria maglietta. Il suo intervento è però risultato inutile. Ma il suo stato confusionale descritto nelle indagini non è necessariamente motivo di segreti, ma potrebbe essere anche scaturito dalla condizione mentale che in quel momento stava affrontando dopo la morte del suo collega.

Potrebbe anche interessarti