Tumore al polmone: un aiuto alle famiglie che parte da Napoli e da una web series

tumore polmone

Aiutare non solo chi ha il tumore al polmone ma anche le famiglie che hanno al loro interno una vittima di questa malattia. E’ questo l’obiettivo di una web serie dal titolo “In famiglia all’improvviso” che segue in dieci puntate, la storia di Fernando, autista con velleità di regista e sceneggiatore. Il suo compito è quello di girare un documentario su Carlo e la sua famiglia alle prese con una dura malattia. Un tumore al polmone che gli è stato diagnosticato tre anni prima e che ora si sta facendo di nuovo strada dentro di lui.

Un’iniziativa promossa da Salute Donna onlus, Salute Uomo onlus e WALCE onlus e che vanta nel cast la partecipazione di Maurizio Mattioli e Federico Tocci.

Quello del tumore al polmone è una malattia che vede Napoli in prima fila nella cura dei pazienti provenienti da tutta Italia. Il 65% dell’attività svolta alla Federico II dal Dipartimento di Sanità Pubblica in fatto di diagnosi, stadiazione e patologia molecolare predittiva per il cancro al polmone è “extra regionale”. Cioè invece di andare all’estero o al Nord, molti pazienti che non sono residenti in Campania, scelgono il capoluogo di Regione per farsi curare. Napoli diviene così facendo un vero polo attrattivo per tutto il Mezzogiorno. Questo perché alla Federico II è presente un team che al fianco di oncologi identifica il profilo molecolare dei tumori che consente di effettuare cure mirate per ogni caso. Un risultato che permette di migliorare notevolmente la qualità della vita del paziente.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più