Sciopero per il clima: assenze giustificate a scuola e lezioni sospese alla Federico II

sciopero clima

Venerdì i giovani di tutto il mondo scenderanno per le strade e nelle piazze per far sentire la loro voce e sottolineare come quello climatico sia un problema reale. Un problema che non può lasciare indifferenti e che vede le nuove generazioni impegnate in prima linea a difendere l’ambiente.

Guidati da Greta Thunberg torna venerdì 27 settembre #FridayForFuture, il movimento studentesco globale per la lotta ai cambiamenti climatici. Un grande sciopero globale che lo scorso anno ha visto oltre 4 milioni di persone mobilitarsi per il clima e che questo anno punta a coinvolgere 170 paesi con oltre 6383 eventi.   

Anche gli studenti e i giovani italiani scenderanno in piazza per il clima. Dovranno però assentarsi da scuola e università e per questo è arrivata la proposta del ministro dell’istruzione che vede in questa protesta una giusta causa.

LA CIRCOLARE DEL MINISTRO – Il ministro per l’istruzione, Lorenzo Fioramonti, ha così mandato una circolare alle scuole nella quale ha chiesto di giustificare gli studenti che manifesteranno venerdì contro il surriscaldamento globale. La proposta è quella di non conteggiare l’assenza nella somma delle assenze totali massime che uno studente può fare nel corso dell’anno scolastico.

IL NO DELLE SCUOLE – I presidi, che hanno totale autonomia e che quindi possono non seguire l’indicazione del ministro, sottolineano come sia difficile accertare la presenza degli studenti al corteo. Molti infatti potrebbero approfittare del giorno libero per fare altro, senza dover marinare la scuola ma con il consenso del ministro.

IL SI’ DELLA FEDERICO II – Con un avviso sul sito, l’Università Federico II fa sapere che “partecipa alla manifestazione Fridays for Future. Per consentire la più ampia partecipazione degli studenti all’iniziativa che ha ad oggetto un futuro più ecosostenibile, il Senato Accademico ha infatti autorizzato la sospensione dell’attività didattica per il giorno 27 settembre 2019. Il provvedimento riguarda soltanto le attività di aula, i corsi. SI TERRANNO REGOLARMENTE, COME DA CALENDARI, LE SEDUTE DI LAUREA E LE SEDUTE D’ESAME”.

La settimana per la lotta ai cambiamenti climatici è iniziata venerdì 20 con la grande marcia a New York e si concluderà questo venerdì con il terzo Sciopero Globale per il clima.

A Napoli studenti e studentesse partiranno da Piazza Garibaldi alle 9 per protestare contro il cambiamento climatico e la crisi dei rifiuti che sta devastando le nostre terre.

Per lo stesso giorno è stato proclamato uno sciopero per la Scuola ed Università (compresi gli insegnanti universitari) per tutto il personale docente ed ATA, di ruolo e non, in Italia e all’estero dalle seguenti Associazioni Sindacali:

• SISA (Sindacato Indipendente Scuola e Ambiente);
• USI-Unione Sindacale Italiana con adesione USI/SURF per quanto attiene Scuola, Università;
• COBAS-Comitati di base della Scuola;

• FLC/CGIL
• UNICOBAS/SCUOLA

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più