I cani maltrattati di Sant’Agnello ora cercano una casa: come adottarli

cani adottare sant'agnello

Sant’Agnello – Una notizia di qualche settimana fa quella che vedeva coinvolta una maestra d’asilo con grandi problemi mentali che maltrattava i suoi cani picchiandoli e, lasciandoli vivere in condizioni decisamente oltre il limite della decenza e della pulizia, circondati dalle loro stesse feci.

La vicenda, verificatosi a Sant’Agnello, fu scoperta in seguito ad alcune segnalazioni recenti, ma è doveroso considerare che questo scempio andava avanti da almeno 8 anni.

Sarebbero 30 o 40 i cani oggetto di torture da parte della donna, nonostante le innumerevoli lamentele, nessuno è mai riuscito a mettere fine a questa tragedia.

Riguardo l’accaduto, intervenne Enrico Rizzi, Capo Segreteria Nazionale del Partito Animalista Europeo, inorridito da tanta crudeltà, disse: “Gli animali devono essere sottratti all’aguzzina, non c’è più tempo per aspettare”.

Ebbene questo momento è arrivato, finalmente i cani sono pronti per essere adottati. Tuttora si trovano nel canile convenzionato di Nola, bisognosi solo di tanto amore dopo i traumi subiti.

Ci uniamo alla pagina Facebook NONNI Sprint Bau&Miao nel rivolgere un appello a tutte le persone amanti degli animali, che desiderano offrire calore e affetto a queste povere creature.

cani adottare sant'agnello

cani adottare sant'agnello

cani adottare sant'agnello

cani adottare sant'agnello

cani adottare sant'agnello

cani adottare sant'agnello

cani adottare sant'agnello

cani adottare sant'agnello

cani adottare sant'agnello

cani adottare sant'agnello

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più