“Janare, Tammorre e Femmene”: concerto di musica tradizionale napoletana

Un evento imperdibile per gli amanti della musica e della napoletanità. I giorni 31 ottobre e 2 novembre la sala da concerto Napulitanata proporrà lo spettacolo musicale “Janare, Tammorre e Femmene”. Un concerto a più voci per far immergere gli spettatori nel vivo della cultura napoletana.

I brani che verranno eseguiti appartengono alla tradizione popolare napoletana e campana. Il concerto include alcuni pezzi de La Gatta Cenerentola di Roberto De Simone e due citazioni “colte” di Gioacchino Rossini. Si esibiranno al pianoforte Pasquale Cirillo e alla fisarmonica Mimmo Matania, insieme alle voci di Alessandro Colmaier, Emanuela De Rosa, Pasquale Pirolli, Manuela Renno e Stephane Wattez.

La sala da concerto Napulitanata è la prima a Napoli che si occupa esclusivamente di Canzone Napoletana, in maniera stabile. In altre parole qui tutti gli appassionati di musica, napoletani e soprattutto turisti, possono entrare in contatto con il Patrimonio musicale locale.

Dopo due anni dall’apertura, nell’aprile del 2017, Napulitanata si è affermata come realtà culturale e turistica della città. La sala da concerto è arrivata infatti a ospitare circa 12mila visitatori. Il motivo di un simile successo è semplice: Napulitanata non punta sulla spettacolarizzazione delle esibizioni a fini esclusivamente commerciali, ma piuttosto su un attento lavoro di ricerca sul repertorio.

In occasione del ponte di Ognissanti, Napulitanata vuole offrire ai suoi spettatori un assaggio di quel patrimonio culturale e musicale che coltiva con tanta attenzione. Così, per il terzo anno di fila, la sala da concerto propone “Janare, Tammorre e Femmene”, offrendo uno spaccato culturale fatto di musica e di racconti legati alla tradizione.

Qui di seguito tutte le info utili sullo spettacolo:

Dove: Sala da concerto Napulitanata, Piazza Museo Nazionale 10, 11

Quando: 31 ottobre, 2 novembre

Per info e prenotazioni: +39 348 998 3871

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a visitare il sito ufficiale di Napulitanata

Potrebbe anche interessarti