L’aeroporto di Napoli Capodichino è il primo a offrire un assistente virtuale

L’aeroporto Internazionale di Napoli diventa il primo scalo a offrire un assistente virtuale tramite i principali smart speaker. NapAssistant è stato già il primo chatbot a servizio di uno scalo interamente basato sull’uso dell’intelligenza artificiale e sviluppato per simulare l’interazione umana tra utenti 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Lanciato a febbraio 2018, il chatbot si è integrato nel sistema Gesac e nelle abitudini di turisti e viaggiatori. Tra le principali richieste vi sono le informazioni sui voli, sulle attrazioni turistiche a Napoli e sui punti vendita presenti all’interno dello scalo.

Con AI di Citel Group, il sistema è in continua evoluzione per sostenere gli utenti che vedono nella digitalizzazione un modo per avere un servizio di qualità, risparmiando tempo prezioso. Da oggi infatti, la ricerca di informazioni diventa più rapida grazie al supplemento degli assistenti digitali Google Assistant e Alexa (quest’ultimo verrà integrato a breve).

Pronunciando la parola chiave: “parla con Aeroporto di Napoli” sarà possibile connettersi con NapAssistant e avere informazioni sullo stato dei voli, sui servizi aeroportuali, informazioni turistiche sulla città e tanto altro ancora. Proprio grazie all’AI, NapAssistant è in grado di gestire sia richieste scritte che vocali, sia in italiano che in inglese, fornendo ai viaggiatori le risposte anche sulle norme di sicurezza e i controlli dell’aeroporto.

Valerio D’Angelo, amministratore delegato di Citel Group afferma: “I dati rilevati negli ultimi mesi confermano la soddisfazione dei passeggeri che transitano dall’hub campano, motivandoci a sviluppare ulteriormente il livello della nostra offerta in termini di intelligenza artificiale e di chatbot conversazionali. Siamo orgogliosi di aver sviluppato un servizio così prezioso per la promozione del turismo campano e di aver reso l’aeroporto di Napoli il primo scalo in grado di offrire ai propri visitatori un chatbot integrato con le principali piattaforme conversazionali”.

Cliccando qui potrete guardare un breve video che mostra come utilizzare NapAssistant.

Potrebbe anche interessarti