Giovane si ribella a parcheggiatore abusivo e si ritrova col volto sfregiato

La lotta agli estorsori della sosta si fa più urgente che mai. Lo sa bene Francesco Emilio Borrelli, che continua la sua campagna sui social contro questo fenomeno dilagante. Adesso il Consigliere Regionale dei Verdi si è ritrovato a denunciare un altro preoccupante accaduto: un ragazzo di 24 anni, dopo essersi ribellato a un parcheggiatore abusivo, si è trovato con il volto sfregiato.

Un giovane di soli 24 anni si è ritrovato con uno sfregio permanente sul volto per non aver voluto sottostare all’estorsione di un parcheggiatore abusivo”, scrive Francesco Emilio Borrelli in un post sulla sua Pagina Facebook. “Il criminale gli ha prima spaccato una bottiglia in testa e poi l’ha sfregiato con i cocci.

L’episodio si è verificato a Sant’Antimo ma sarebbe potuto accadere ovunque. Perché l’emergenza delle estorsioni legate alla sosta ha oltrepassato ogni limite. Al posto della vittima poteva esserci qualsiasi altro automobilista, visto che tutti gli angoli di strada sono infestati da questi malviventi.

Un fenomeno che sembra sfuggire a ogni controllo, quello degli estorsori della sosta. Francesco Emilio Borrelli spiega che “si tratta di una delinquenza ad alta pericolosità sociale, melliflua, che si nasconde dietro un finto paravento di ‘padri di famiglia alla ricerca di qualche spicciolo’. Niente di più falso.

Sono criminali veri e propri, contigui alla criminalità organizzata, che usano metodi camorristici per ottenere denaro dalle vittime”. E il fatto che si tratti di criminali è ampiamente dimostrato dall’episodio di Sant’Antimo, dal quale un giovane è uscito con il volto sfregiato

Per di più, lo stesso Consigliere Regionale dei Verdi è recentemente rimasto vittima di un’aggressione da parte di un parcheggiatore abusivo, nei pressi del cimitero di Poggioreale. “Occorre una seria presa di coscienza del problema da parte della politica”, afferma di conseguenza Borrelli.

“Non stiamo parlando di fenomeni isolati ma di un esercito di delinquenti che fa il bello e il cattivo tempo sulle nostre strade”. […] E conclude: “Si rinnovi la legislazione con una norma che permetta di punire duramente sul piano penale chi estorce denaro per la sosta“.

Potrebbe anche interessarti