Allarme rincaro mozzarella di bufala: costerà fino a 80 centesimi in più al chilo

Potrebbe presto diventare realtà il rincaro della mozzarella di bufala campana dop. A lanciare l’allarme gli addetti ai lavori. Il problema, secondo quanto si apprende, sta nel costo crescente della materia prima con cui si produce questa delizia: il latte di bufala di razza mediterranea italiana.

Il prezzo del latte di bufala è infatti in crescita costante: basti pensare che è lievitato di circa 40 centesimi in due anni, da 1,40 euro ad 1,70/1,80 euro di oggi. Per la mozzarella di bufala, invece, il prezzo medio al consumo si mantiene costante sui dieci euro a prescindere dall’incremento della materia prima.

All’aumento del costo del latte, dunque, non si è affiancato un incremento di prezzo della mozzarella. Il fenomeno ha messo in seria difficoltà i caseifici, che si accollano i costi dell’intera filiera. Per produrre un chilo di mozzarella servono infatti quattro litri di latte. Se il prezzo medio al chilogrammo si mantiene costante, va da sé che i margini di profitto per i trasformatori sono molto ridotti.

I trasformatori finali si vedono quindi costretti ad aumentare il prezzo della mozzarella per non andare in eccessiva sofferenza. In tal modo, le cosiddette «disarmonie di mercato» finiscono per ricadere sui consumatori, anche se in misure variabili a seconda dei punti vendita.

Per quei caseifici che vendono direttamente al pubblico, infatti, il rincaro della mozzarella di bufala si aggirerà attorno ai 70-80 centesimi al chilo. A loro volta, la grande distribuzione o i punti vendita che acquistano dai caseifici potrebbero ridurre di poco l’aumento, che potrebbe attestarsi sui 50 centesimi.

Nonostante gli squilibri sopra elencati, il settore della mozzarella di bufala va comunque a gonfie vele. Secondo i dati elaborati da Clal, un servizio di informazione sul mercato lattiero-caseario nazionale ed internazionale, fra gennaio e settembre le consegne di latte di bufala hanno superato quota 211.000 tonnellate, in crescita dell’1,4% rispetto allo stesso periodo del 2018. La lavorazione ha portato a una produzione di 39.480 tonnellate di Mozzarella di bufala campana Dop, con un incremento dell’1,5% in più su base tendenziale.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più