Video. Terra dei fuochi: recenti studi dicono che frutta e verdura non provocano cancro

Verdura Terra dei FuochiImportanti novità sono state rilevate nel discorso della terra dei fuochi dove sembrerebbe che l’aumento dei tumori e di altre malattie non sia dovuto alla frutta e alla verdura del territorio. A spiegarlo è Leonardo Tiralongo, il giovane “inviato” di Striscia la Notizia.

Queste le parole del Sindaco dei ragazzi di SiracusaInsomma era tutto una grande bufala, perché è vero che in quella zona c’è stato un innalzamento delle malattie ma la colpa è delle schifezze che sono nell’aria e nell’acqua non nel cibo.

Ad Acerra per esempio, ritenuto il fulcro della terra dei fuochi, le analisi hanno portato alla luce che le verdure sono pulite e non contaminate. Tutto questo è possibile perché la pianta tende ad assorbire solo ciò che le serve. L’inquinamento viene assorbito soltanto in una quantità irrilevante che non contamina l’uomo

La contaminazione quindi arriva dall’acqua e dall’aria al contrario di quanto si è sempre pensato. Tutto questo però ha provocato solo un crollo delle vendite del settore agroindustriale del sud.

A beneficiarne invece sono stati i grandi Stati europei e gli Stati Uniti D’America dove non hanno mai smesso di acquistare questi prodotti provenienti dal sud Italia.

A verificare queste importanti dichiarazioni sono stati condotti degli appropriati studi scientifici che hanno marcato l’assenza di elementi contaminanti.

Insomma questo non significa che la Terra dei fuochi non esiste o non è mai esistita perché la quantità di inquinamento è sempre elevata. Ma semplicemente che le verdure che tante persone hanno evitato di mangiare in questi anni, in realtà sono buone e non arrecano danno al corpo.

Clicca qui per vedere il servizio di Striscia la Notizia.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più