Roberto Fico a Roma parla di Bagnoli: “Tradita per trent’anni dalla politica”

Il Presidente della Camera continua a dare un’attenzione particolare alla nostra città e ai suoi disagi. Le parole di Roberto Fico su Bagnoli, in particolare, mettono in luce le condizioni in cui è stato lasciato il Sud Italia negli ultimi tempi, in particolare le zone periferiche.

Ancora oggi, 2019, se nasci in un quartiere di una grande città hai delle possibilità, se nasci in un altro hai meno possibilità. L’assenza dello Stato nelle periferie purtroppo esiste“. Queste sono state le parole del presidente della Camera Roberto Fico nel suo intervento al convegno “Popolo chi? Classi popolari, periferie e politica in Italia” a Palazzo Theodoli a Roma.

A Bagnoli, a Napoli, ad esempio si è verificato per 30 anni un tradimento da parte della classe politica sulla promessa della bonifica (dell’area ex industriale)“, ha continuato Roberto Fico. “Si sono creati disillusione dei cittadini, distanza dalla politica. Se non riusciamo ad applicare ciò che legiferiamo, la distanza della gente dalla politica aumenta. Ciò che promettiamo deve poi accadere sul territorio“.

E il nostro Presidente della Camera si sta impegnando in prima persona ad accorciare le distanze tra le istituzioni e il popolo. Basti pensare alla sua recente visita al Conservatorio di San Pietro a Majella. In quell’occasione, Fico ha tenuto a sottolineare che si tratta di un patrimonio culturale importantissimo, e che per questo va aiutato e sostenuto con ogni mezzo.

Adesso, le parole di Roberto Fico su Bagnoli rivelano anche il suo sguardo attento per le periferie. Secondo il presidente della Camera, chi nasce e cresce in aree periferiche deve avere le stesse possibilità di chi vive in una grande città. Per questo però occorre ripartire dall’istruzione, e la scuola pubblica deve essere eccellente. E non solo: stando alle parole di Fico, ci vuole un “piano Marshall di investimenti strutturali” per le aree come Bagnoli.

 

Potrebbe anche interessarti