Trieste premia Rotta, l’Agente napoletano ucciso in servizio: diventerà cittadino onorario

pierluigi rotta

La città di Trieste non dimentica i suoi due eroi. Il Comune ha infatti deciso di omaggiare i due agenti di Polizia che persero la vita il 4 ottobre scorso mentre erano sul posto di lavoro concedendo loro la cittadinanza onoraria. Un evento raro dato che burocraticamente è impossibile dare la cittadinanza a chi non è più in vita. Così il Comune ha modificato il regolamento per premiare i suoi ‘figli delle stelle’, come amavano definirsi i due agenti quando erano in servizio a bordo della volante 2.

L’agente scelto Pierluigi Rotta, originario di Pozzuoli ma trasferito a Trieste per lavoro, e l’agente Matteo Demengo si trovano in Questura quando furono uccisi nel corso di una sparatoria da un uomo che poche ore prima avevano arrestato. Un gesto improvviso che causò la morte immediata dei due agenti. Il Consiglio comunale di Trieste ha così deciso di ricordarli. E’ stata infatti approvata la delibera che concede la cittadinanza onoraria della città a Pierluigi Rotta e Matteo Demenego. Nei prossimi giorni saranno contattare le famiglie per fissare una data della cerimonia.

Come spiegato dal sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza:

“Il 4 ottobre scorso Trieste ha perso due dei suoi figli migliori e tutta la città si è stretta in un forte abbraccio alle famiglie degli Agenti della Polizia di Stato Matteo Demenego e Pierluigi Rotta uccisi all’interno della Questura. Trieste non li dimenticherà mai. Come Sindaco, insieme a tutta l’Amministrazione comunale, onoreremo il loro sacrificio con la Cittadinanza Onoraria alla Memoria che consegneremo alle famiglie.

Lo stesso Segretario Generale del Comune di Trieste che, interpellato, ha potuto rispondere solo secondo regolamento, ha trovato una via interpretativa che permetterà a questa Amministrazione di onorare, come meritano e come tutti noi e tutta la città vuole, gli Agenti della Polizia di Stato Matteo Demenego e Pierluigi Rotta”.

 

Potrebbe anche interessarti