“Sono tuo nipote, ho bisogno di soldi”: preso uomo che truffava anziani

truffava anziani

Cinque casi di anziani truffati solo ad agosto a Portici. Sono sempre di più i casi di persone avanti con gli anni che vengono prese in giro. Persone senza scrupolo che si informano sulle vittime spacciandosi per conoscenti di parenti o amici che hanno bisogno di soldi.

Un canovaccio orami consolidato che li vede chiedere agli anziani ingenti somme di denaro da consegnare al più presto. Per fortuna per uno di loro sono scattate le manette. Si tratta di napoletano di 38 anni con precedenti di polizia. L’accusa è di truffa in danno di persone anziane. E sono ben 5 i casi registrati a Portici, tutti risalenti all’agosto scorso.

Gli agenti del Commissariato di Portici ed Ercolano hanno dato esecuzione a un’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti dell’uomo gravemente indiziato di 5 episodi di truffa aggravata.

L’uomo approfittandosi delle tenere età delle vittime, si era spacciato telefonicamente per il “nipote” in difficoltà economica. Conquistata la fiducia degli anziani, si era presentato presso il domicilio in qualità di “corriere” a cui dovevano essere consegnate le somme di denaro richieste. Uno scambio di soldi quindi in contanti e senza possibilità di essere rintracciato. Gli anziani avevano sporto denuncia ma non credevano di poter ritrovare il 38enne.

Ma la svolta alle attività d’indagine è avvenuta nell’ottobre scorso durante un controllo ad un motociclo avvenuto in via Libertà a Portici. I poliziotti hanno notato nel conducente una forte somiglianza con la persona che nel mese di agosto aveva consumato diverse truffe a Portici. L’uomo infatti era stato ripreso dalle telecamere di video-sorveglianza installate presso i luoghi di residenza delle vittime. Grazie al riconoscimento degli agenti è stato arrestato.

A novembre era stato smantellato un sistema criminale tra Miano e Napoli che aveva portato all’arresto di 51 persone. Queste insieme a un clan, gestivano le truffe agli anziani.

Potrebbe anche interessarti