Emozione a Sanremo, il duetto tra Ferro e Ranieri: “Ora puoi chiamarmi papà”

Massimo RanieriSANREMO 2020 – La seconda serata di Sanremo ha regalato tantissime emozioni al pubblico in teatro e a tutti i telespettatori. Tutti in piedi infatti per due giganti della musica italiana: I Ricchi e Poveri e Massimo Ranieri, accompagnato da Tiziano Ferro, definito da molti come il suo erede.

Perdere l’amore” vinse il Festival di Sanremo nel 1988. La canzone più amata di Massimo Ranieri è diventata un must di Sanremo. Tiziano Ferro è cresciuto con quella canzone, l’ha fatta sua e l’ha interpretata in duetto con lo stesso cantante napoletano.Tutti in piedi, la coppia Ferro-Ranieri ha infiammato il palco dell’Ariston.

E pensare che da anni in molti definiscono Tiziano Ferro come l’erede di Massimo Ranieri. Non per una somiglianza fisica, ci mancherebbe, ma per lo stile.

Sia il modo di cantare, sia i passi di danza che eseguono nei loro concerti, ma anche il loro modo di approcciarsi al pubblico, li rendono molto simili.

Voci così insistenti sono giunte fino alle orecchie dello stesso Ranieri che dopo il duetto con Tiziano Ferro ha detto “Da stasera puoi chiamarmi papà“.

“Non credo che sarebbe contento il mio vero padre” ha risposto l’autore di “Rosso relativo” tra l’ilarità del pubblico che ha molto apprezzato il siparietto.

Prima di tornare nei propri camerini però Tiziano Ferro ha tenuto ad invitare Ranieri nel suo prossimo concerto allo Stadio San Paolo che si terrà il prossimo giugno. “Io ti incastro davanti a tutti. Ti prego Massimo, io per la prima volta in vita mia canterò al mitico San Paolo questa estate, il 24 di giugno. Mi fai questo regalo? Ti prego vieni ospite, fai Napoli felice, fai cascare quello stadio”.

Potrebbe anche interessarti