Salvini a Napoli, le proteste: “Fatti i ca**i tuoi, non le fe**e nostre”

L’ex OPG contro l’arrivo di Matteo Salvini al presidio in piazza Berlinguer. Dopo le sue ultime dichiarazioni sull’aborto, l’ex Ministro degli Interni, ancora una volta, non è il benvenuto a Napoli.

In vista delle elezioni suppletive del del Senato in programma il 23 febbraio, il leader della Lega torna in città e spuntano diversi manifesti contro di lui: “Salvini fatti i cazzi tuoi, non le fesse nostre”, così scrivono le manifestanti dell’ex OPG su uno dei loro cartelloni, contrarie agli ultimi attacchi di Salvini alle donne. Infatti, il Ministro degli Interni, solo pochi giorni fa, aveva dichiarato che l’aborto non può essere il rimedio a uno stile di vita incivile. Ed ancora, Salvini ha dichiarato, contro gli immigrati che hanno scambiato il “pronto soccorso per l’anticamera di casa” e che “alcune donne, né di Roma né di Milano, si sono presentate per la sesta volta al pronto soccorso per l’interruzione di gravidanza”.

Il leader leghista, quindi, ancora una volta, finisce nel mirino di tanti napoletani accorsi in strada contro di lui. “Salvini dice che le donne sono incivili, perchè abortiscono più di sei volte – dichiarano due manifestanti in piazza Berlinguer – alludendo alle donne straniere che vanno in ospedale per abortire a causa del loro comportamento incivile. Salvini è convinto che se sei straniera e sei nel nostro Paese, sicuramente fai la puttana. Noi siamo qui per questo e perché lo odiamo. Quando viene a Napoli, noi ci facciamo trovare. La dichiarazione sull’aborto è assurda, perché ciò che vuol far passare, aldilà dell’insulto alle donne straniere, è che ci devono essere vincoli, regole ad una nostra scelta. Questo diritto è messo già in discussione dai tanti medici, specialmente in Campania, non c’è bisogno di lui ”.

Potrebbe anche interessarti